Image Image Image Image Image Image Image Image Image

stagione

14 Giu

By

RATATOUILLE DI VERDURE, GUSTO E COLORE AL CUBETTO

14 Giugno 2016 | By |

Condividi su Facebook

La Ratatouille di verdure fresche è quel che ci vuole per salutare l’arrivo dell’estate, un piatto fatto con verdure di stagione, ricco di colori e facile, perfino divertente da preparare. Bisogna tagliare prima a rondelle e poi a cubetti verdure di diverso colore e stufarle secondo un preciso ordine di cottura. Gli strumenti del mestiere Excélsa ti aiutano prima, durante e dopo la preparazione: non crederai al numero di colori che vedrai in cucina in una sola mezz’ora.

Inizia col disporre su un ripiano le coppette Rainbow Excélsa disponibili in 8 diversi colori, dentro le quali vanno suddivise le diverse verdure tagliate a cubetti. Per quattro persone ecco cosa serve: 2 Melanzane; 4 Zucchine piccole; 2 Cipolle; 1 Peperone rosso; 1 Peperone giallo; 3 Carote; 2 Pomodori; Passata di pomodoro 300gr; Olio d’Oliva q.b.; sale q.b; pepe q.b; zucchero q.b.

La pelatura sarà veloce, precisa e colorata grazie agli utensili da cucina Fresh Choice, tutti con manico soft touch colorato: spazzola verdura, coltello taglia verdure e sbucciatore universale ti faranno terminare in un batter d’occhio la preparazione, e con le verdure tagliate a cubetti e disposte nelle coppette Rainbow, la cucina somiglierà a un prisma che rifrange i colori dell’arcobaleno.

Il buonumore regnerà nei successivi minuti dedicati alla cottura. Inizia a soffriggere olio e cipolla in una casseruola, poi inserisci in sequenza le verdure, cominciando dalle carote. Dopo 5 minuti di cottura tocca ai peperoni, altri 4 minuti e vai con le zucchine, 3 minuti e spazio alle melanzane, 3 minuti anche per i pomodori freschi e infine la passata, il tutto a fuoco lento. Lascia cuocere per gli ultimi veloci 10 minuti, un lasso di tempo in cui puoi dosare sale, pepe e zucchero secondo il gusto che preferisci ottenere.

La Ratatouille di verdura vale come antipasto casereccio al pari di una peperonata o una caponata di melanzane, come piatto unico accompagnato da buone fette di pane o, in quantità più contenute, come fresco contorno. Dopo averla gustata puoi ancora unire gusto e colore in cucina conservando la Ratatouille di verdure nei contenitori Freshness Excélsa: sono 100% ermetici, possono andare sia in freezer che in microonde, non assorbono l’odore dei cibi e non si macchiano. Così, della tua fragrante Ratatouille, non sprecherai nemmeno un cubetto.

16 Mag

By

Una crostata tira l’altra, se è di ciliegie

16 Maggio 2016 | By |

Condividi su Facebook

Una fetta di crostata di ciliegie è una prima colazione o una merenda ideale per la primavera e l’estate, un dessert che accende di rosso carminio la voglia di buono. Già l’albero di ciliegio inebria attraverso la fioritura, la bellezza dei rami, gli odori che sparge nell’aria. Il suo frutto, con tonalità che dal giallo virano al rosso e alla vinaccia secondo la tipologia, è quanto di più fresco e polposo si possa trovare in questa stagione, con un sapore in delicato equilibrio tra il dolce e l’acidulo.

Ricche di fibre, minerali e vitamine, con le ciliegie ci si può sbizzarrire preparando marmellate, liquori, gelati e perfino salse, insalate e condimenti. Consumate da sole conservano eccellenti proprietà disinfettanti, diuretiche e sedative, ma è la tradizionale Crostata di Ciliegie a risultare una vera festa per il palato: una fetta tira l’altra nel segno della semplicità e dello star bene a tavola. Per un’ottima Crostata di Ciliegie ecco cosa serve:

Farina tipo ‘00’ 500g; Zucchero semolato 200g; Burro 200g; Uova 3; Lievito per dolci mezza bustina; Baccello di Vaniglia 1; Ciliegie fresche sgusciate 400g; Confettura di ciliegie 100g; Zucchero a velo q.b.; Preparazione 50min; Cottura 40min; Porzioni 8.

Si inizia dalla pastafrolla, disponendo sul banco da lavoro la farina a formare un mini vulcano (a proposito, le ciliegie del Vesuvio e della Valle dell’Etna sono tra le più buone in Italia). Nel cratere inseriamo le uova, lo zucchero, il burro a pezzetti, il lievito e la polvere di vaniglia raschiata dal suo baccello. Impastato il tutto, si otterrà un panetto ben lisciato da far riposare in frigo per mezz’ora.

A questo punto salgono in cattedra gli strumenti del mestiere Excélsa: pratico e leggero, Snocciolì garantisce un lavoro veloce e pulito per snocciolare con precisione le ciliegie, mentre lo stampo per crostata della linea Classic Baking dà forma e sostanza al dessert attraverso un diametro di 26 centimetri: adagiando la pastafrolla spessa non più di 10 mm sullo stampo Excélsa in acciaio antiaderente, si può forarla qua e là in superficie, rimuovendo la frolla che eccede dai bordi.

Non resta che guarnire il fondo con la confettura e le ciliegie snocciolate, per poi modellare la griglia di pastafrolla che copre la crostata. Infornare a 180° per 40 minuti e – a raffreddamento ultimato – spolverare un manto di zucchero a velo. Servire in tavola ponendo l’accento sul colore rosso, da valorizzare attraverso i tipici cromatismi e gli accessori della linea Trendy Table Excélsa.