Image Image Image Image Image Image Image Image Image

giallo

10 Ott

By

PSICOLOGIA (DEL COLORE) PER ARREDARE LA TUA CUCINA

10 Ottobre 2016 | By |

Condividi su FB!

Excélsa è un brand attento a impreziosire l’ambiente casalingo puntando sulle idee, l’allegria e un calibrato uso del colore. I primi elementi che saltano all’occhio sono la qualità e la creatività, ma ogni oggetto Excélsa è pensato per dare sensazioni positive e sollecitare le emozioni di chi guarda. Questi ed altri aspetti sulla percezione cromatica sono studiati dalla neurofisiologia e dalla psicologia del colore.

La psicologia del colore ci dice, infatti, che ognuno di noi reagisce personalmente e intimamente ai colori, come se avesse una tavolozza cromatica interna alla quale vengono associate sensazioni inconsce. Parte delle sensazioni, che per ogni colore possono essere positive o negative in base alle circostanze, dipendono anche dal contesto socio culturale nel quale ci troviamo. Nel concept Passione Colore dedicato ai piatti in porcellana, i bicchieri e gli oggetti lavabili in lavastoviglie, Excélsa punta anche sul Rosso, un colore che cattura l’attenzione ed è solitamente riferito all’amore, alle forti emozioni e all’istinto. Scientificamente dimostrata la capacità di aumentare la pressione e i battiti cardiaci, dunque un colore passionale. Ha un carattere anche d’urgenza e immediatezza, pertanto si deve ben dosare in arredamento, senza esagerare.

Nel concept Social Color Excélsa dedicato agli accessori da cucina e da cottura si è travolti dai colori dell’arcobaleno, tra i quali è molto richiesto il Giallo. La psicologia del colore ci spiega che il giallo è forse il colore più allegro, così solare e luminoso. Trasmette una grande sensazione di energia che piace anche a bambini e ragazzi, e come tutti i colori caldi contribuisce ad aprire l’appetito. Va dunque usato in tutte quelle situazioni di forte convivialità e divertimento, mentre lo si può tranquillamente evitare per una cena di lavoro.

Il concept Antichi Sapori Excélsa punta molto sulle terre e i colori bruni, Bianco Candore esalta gli accessori in vetro e i tovagliati con la purezza, la schiarita prima di un nuovo inizio, mentre per il concept Forme d’Oriente sale in cattedra il blu, un colore che diminuendo la frequenza cardiaca, esprime immediatamente relax, tranquillità e risulta perfetto per l’aura zen delle porcellane orientali e del bambù. Il Blu è senza dubbio il colore della riflessione e della calma, un positivo invito a cenare a lume di candela o a intraprendere un dialogo costruttivo e poco polemico con i nostri commensali. E poi c’è il Verde, che se in America sta a metà tra la speranza e il colore dei soldi, qui da noi è un colore tranquillizzante che stimola la concentrazione e i lavori di precisione e rimanda all’agricoltura biologica e alle proprietà benefiche di frutta e ortaggi, con effetti diretti sul nostro equilibrio e benessere psicofisico.

Chiudiamo questo excursus con un piccolo insegnamento sull’uso del colore che può aiutarci in arredamento, tratto da “Lo spirituale nell’arte” di un grande maestro come VasiliJ Kandinskij: “Il colore è un mezzo per influenzare direttamente l’anima. Il colore è il tasto. L’occhio è il martelletto. L’anima è un pianoforte con molte corde. L’artista è la mano che, toccando questo o quel tasto, fa vibrare l’anima”.

08 Mar

By

DEDICATO A TUTTE LE DONNE

8 Marzo 2016 | By |

Condividi su FB!

L’8 marzo è la data simbolo per ricordare tutte le conquiste delle donne in ambito economico, politico e sociale ma anche le discriminazioni e le violenze a cui le donne, purtroppo, continuano ad essere sottoposte. Questa celebrazione si è tenuta per la prima volta negli Stati Uniti nel 1909, in alcuni paesi europei nel 1911 e in Italia nel 1922. Però, fu solo il 16 dicembre 1977, che l’Assemblea generale delle Nazioni Unite propose ad ogni paese, nel rispetto delle tradizioni storiche e dei costumi locali, di dichiarare un giorno all’anno “Giornata delle Nazioni Unite per i diritti delle Donne e per la pace internazionale“. In questo modo l’ONU riconobbe il ruolo della donna negli sforzi di pace e l’urgenza di porre fine a ogni discriminazione e di aumentare gli appoggi a una piena e paritaria partecipazione delle donne alla vita civile e sociale del loro paese.

Yellow day

Ma come mai è stata scelta proprio la mimosa come pianta simbolo di questa ricorrenza?
La mimosa è una pianta di origine Australiana; i suoi rami sbocciano a fine inverno e con la loro vivace cromia smorzano all’istante il grigiore del periodo freddo per portare l’allegria della primavera. L’8 marzo, quindi, risulta essere la data perfetta per trovare la mimosa proprio nel pieno del suo vigore vegetativo. Inoltre, tale pianta è caratterizzata da un colore giallo acceso, il quale, secondo la simbologia del colore, rappresenta la luce del sole, nonché energia mentale e fisica, conoscenza e saggezza. Secondo gli Indiani d’America i fiori della mimosa significano forza e femminilità. Quale pianta migliore per rappresentare le molteplici qualità della donna?!

Ricette mimosa

Le ricette per festeggiare al meglio!
Come ogni festa che si rispetti, deve essere corredata da un ampio menù con buone ed invitanti ricette, per rendere la cena una vera delizia. Cominciamo con un veloce antipasto, Tartare di Asparagi con Polvere di Stelle, facile e raffinato, ottimo per cominciare stuzzicando il palato. Passiamo poi ad un primo corposo come il Risotto Giallo con Salsiccia, un classico della cucina mediterranea. Ora serve un secondo piatto leggero ma d’effetto e le Cozze allo Zafferano fanno proprio al caso nostro. Un piatto facile e veloce, per lasciare un piccolo spazio all’immancabile dolce: la Torta Mimosa. Il suo nome deriva proprio dal fatto che la copertura con cui viene decorata è fatta con il Pan di Spagna sbriciolato che ricorda appunto il fiore della mimosa.
Oltre a questo classico, le ricette per stupire la propria donna l’8 marzo sono davvero tante e sfiziose, dove non può mancare ovviamente un tocco di giallo!