Image Image Image Image Image Image Image Image Image

asparagi

13 Mar

By

ASPARAGI FANTASTICI E DOVE CUCINARLI

13 Marzo 2017 | By |

Condividi su Facebook

Gli asparagi sono un regalo primaverile che tutti dovrebbero concedersi per il sapore delicato e gli straordinari benefici che apportano al nostro organismo. Nato probabilmente in Asia Minore ed Egitto, l’Asparagus Officinalis oggi è coltivato dalla Cina all’Europa, dagli Stati Uniti all’America Latina. L’Italia è uno dei principali produttori europei, e al mercato si trovano asparagi dalle punte verdi, violette e bianche. Non si tratta di differenti varietà, ma di diverse condizioni di coltivazione che non cambiano la sostanza di questa verdura. E di sostanza gli asparagi ne hanno molta: in primo luogo assolvono a una funzione diuretica, ma importante è anche l’attività antiossidante e anti colesterolo.

Gli asparagi sono ricchi di acido folico, vitamine, acqua, minerali e al contempo assai poveri di grassi. Una ricchezza che va però preservata in cucina, con una cottura oculata che non intacchi troppo le qualità organolettiche. Di solito vengono cotti tramite lessatura o al vapore, avendo particolari riguardo alla delicatezza delle punte. L’aspergera Nonsoloasparagi di Excelsa, disegnata a sviluppo verticale, è ideale per cuocere gli asparagi con le punte rivolte verso l’alto. Averla in casa è utile anche per cuocere altre verdure, pannocchie, zampone o cotechino, ma è certo che con Nonsoloasparagi di Excélsa aumenterete il consumo di asparagi e i benefici per il vostro organismo.

Non meno importante è scegliere al mercato asparagi dalla punta immacolata e con uno stelo integro e dal colore vivido. Prima della lessatura, lo stelo va inciso o se ne rimuove la superficie, compito delicato da affidare al pela asparagi di Excélsa, Asparagi & Co. In cucina gli asparagi si sposano in modo spettacolare con i formaggi, ma la loro versatilità si presta anche a impreziosire un primo, dunque ecco gli ingredienti per preparare dei fantastici gnocchi gratinati con crema di taleggio e asparagi per 3 persone:

500gr di gnocchi di patate
1 mazzetto di asparagi
150gr di taleggio
50gr di parmigiano reggiano
20gr burro
150ml di panna da cucina
Sale, pepe, olio extravergine d’oliva, noce moscata q.b.

Dopo la lessatura, si possono insaporire le punte di asparagi saltandole in padella con olio extravergine d’oliva, salando, pepando e sfumando con un po’ d’acqua di cottura. Il taleggio va invece sciolto a fuoco lento in compagnia di burro e panna, aromatizzando con la noce moscata. Alla crema si aggiungono gli asparagi, e il composto va a ricoprire gli gnocchi in una teglia da forno imburrata (gli gnocchi sono stati precedentemente cotti in acqua salata). A questo punto si può spolverare del parmigiano reggiano e gratinare a 180° per un quarto d’ora. Il vostro primo può diventare davvero esclusivo con ingredienti e vino dop. A tal riguardo, cercate gli asparagi verdi di Badoere, violetti di Albenga o bianchi di Bassano.