Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Marco Bianchi

04 Ago

By

DOLCE un po’ SALATO

4 Agosto 2017 | By |

Condividi su Facebook

È l’Organizzazione Mondiale della Sanità a suggerire una stretta al consumo di zuccheri aggiunti: al di sotto del 10% dell’apporto energetico quotidiano (non più di 50 grammi, pari a circa 12 cucchiaini), se possibile arrivando anche alla metà. “Un consumo esagerato di zuccheri” – ricordano gli esperti dell’Inran – “può portare a un regime dietetico squilibrato o eccessivo sotto il profilo energetico,tale da facilitare l’eventuale comparsa di malattie come obesità, diabete e malattie cardiovascolari. Tanto per fare un esempio, una lattina di aranciata o di cola (da 330 ml) contiene 33-35 grammi di zuccheri, più o meno come 7 zollette di zucchero, 15 caramelle dure o una ventina di biscotti secchi. Ha più o meno le stesse calorie di una merendina alla marmellata da 35 grammi, ma contiene il doppio degli zuccheri”.
Teniamo quindi controllato il consumo dello zucchero e del dolce per preservare la nostra salute!

– Inran: Istituto nazionale di ricerca sugli alimenti e la nutrizione –

07 Giu

By

Un BENE da PRESERVARE

7 Giugno 2017 | By |

Condividi su Facebook

Bastano poche mosse per evitare di sprecare litri e litri di acqua, la risorsa più facilmente dissipata nelle nostre case. Con un po’ di attenzione e pochi gesti possiamo dare il nostro contributo per ridurre gli sprechi:
• chiudere il rubinetto e non lasciar scorrere l’acqua mentre siamo impegnati in altre attività;
• utilizzare lavatrice e lavastoviglie solo a pieno carico, si consiglia un lavaggio a mano per piccoli quantitativi;
• riusare l’acqua, ecco alcuni esempi: lavare la frutta in una ciotola e riutilizzarne l’acqua
per dare da bere alle piante di casa oppure l’acqua di cottura della pasta, ricca di amido, è un ottimo sgrassante da versare sui piatti unti da lavare, mentre l’acqua di cottura della verdure può essere utilizzata per cuocere riso, pasta o couscous.
Davvero piccoli gesti che aiuteranno a preservare un bene prezioso!

02 Mag

By

PINK is GOOD

2 Maggio 2017 | By |

Condividi su Facebook

Ogni anno, in Italia, 48.000 donne si ammalano di tumore al seno. La ricerca scientifica ha compiuto passi da gigante: oggi, infatti, guarisce oltre il 90% delle donne a cui il tumore è stato diagnosticato in fase iniziale. Negli ultimi 20 anni i tassi di guarigione sono raddoppiati, grazie a diversi fattori, tra cui il miglioramento delle terapie e l’anticipazione diagnostica. Il progetto Pink is Good si pone come obiettivo quello di battere definitivamente il tumore al seno. Pink is Good è informazione e prevenzione, è anche sostegno concreto alla Ricerca che ha cambiato la vita di migliaia di donne. Con Pink is GOOD la Fondazione Veronesi dal 2013 sostiene il lavoro di una serie di ricercatori specializzati nella ricerca contro il tumore al seno. Sosteniamo assieme Pink is Good!