Image Image Image Image Image Image Image Image Image

11 Nov

By

CANNOLO SICILIANO, PROVA A FARLO TU!

11 Novembre 2016 | By |

Condividi su Facebook

Nelle linee Classic cake, Minis e Sweet di Excélsa troviamo strumenti del mestiere accessibili a tutti, come lo Scottatore a Fiamma, i Mini Stampi a forma di budino, cuore e orsetto e i Tagliabiscotti in gran varietà. Raccolgono sempre maggiore interesse da parte di food lover e semplici appassionate i Forma Cannoli, cilindri in alluminio dal diametro di 3 cm con i quali preparare uno dei dolci più buoni della pasticceria siciliana. Il cannolo ha origini antichissime e un’identità multietnica. Cicerone in alcuni suoi scritti parlava di un “tubus farinarus dolcissimus” che secondo gli esperti è proprio il progenitore del cannolo, mentre i Saraceni lo servivano agli Emiri nel piacere gaudente dei loro harem.

Grazie ai pratici Forma Cannoli Excélsa, ci si può cimentare a casa propria nella preparazione di questo dessert che nasce dai contrasti: la candida dolcezza della crema di ricotta si unisce alla scura e amara scorza (cialda), per un risultato croccante e morbido al palato. Per il ripieno dei cannoli bisogna procurarsi 1kg di ricotta fresca, 600g di zucchero, 100g di gocce di cioccolato fondente, 50g di ciliegie candite e una busta di vaniglia. Inizialmente si lavorano con un cucchiaio di legno la ricotta e lo zucchero, e se il composto risulta troppo solido, si può aggiungere un po’ di latte fresco. Un segreto da ‘nonna siciliana’ è quello di filtrare la crema di ricotta attraverso un tovagliolo di lino, per eliminare grumi e renderla di sopraffina consistenza. Aggiungere dunque la vaniglia e le gocce di cioccolato.

Per la scorza dei cannoli sono invece necessari 400g di farina ‘00’, 60g di zucchero, 50g di strutto e sale. Si ricorre poi a un segreto che stavolta attribuiamo al ‘nonno siciliano’: quattro cucchiai di vino Marsala nell’impasto, che regalano un aroma inconfondibile alla pasta compatta, da tirare in una sfoglia sottile. Si devono dunque ritagliare dei dischetti (prova con i Mini Stampi Torta da 13 cm Excélsa) di pasta e poi avvolgerli nei luccicanti Forma Cannoli, aiutandosi con qualche goccia d’acqua per far aderire per bene la pasta. A questo punto si può scaldare lo strutto in padella e friggere la pasta avvolta nel suo Forma Cannolo, fino a quando non appare dorata. Non resta che sgocciolare bene le cialde, farle raffreddare, staccarle con delicatezza dai Forma Cannoli e guarnire con abbondante crema di ricotta. Il tocco finale di una ciliegia candita, e i cannoli siciliani sono pronti a svelare i piaceri del dolce e dell’amaro.